Save The Date: JonOne solo exhibition – “Niente può fermarmi”

JonOne è sicuramente uno degli artisti più rappresentativi del movimento artistico del writing e del post-writing. Nasce a New York nel ’63 e vive a pieno la fulgida e gloriosa prima scena dei graffiti metropolitani della Grande Mela. Intorno ai venti anni decide di trasferirsi a Parigi dove ancora vive e lavora e dove si è consacrata la sua carriera d’artista contemporaneo.

Dopo la sua prima personale presso la sede milanese di Wunderkammern nel 2016, JonOne approda a Roma nella prestigiosa cornice di Palazzo Velli a Trastevere. I suoi lavori sono stati esposti in celebri istituzioni come la Fondation Cartier e il Grand Palais di Parigi. Vanta collaborazioni con brand internazionali del calibro di Lacoste, Perrier, Air France e Guerlain. Il suo lavoro è di difficile collocazione all’interno di un unico movimento artistico, la sua produzione è il risultato dell’unione perfetta tra graffiti e espressionismo astratto, tra calligrafia e uso performativo del colore.

Niente può fermarmi”, è la prima personale di JonOne a Roma e la prima mostra di Wunderkammern organizzata per essere ospitata a Palazzo Velli. Cogito Ergo Sum, diceva Cartesio. Scribo Ergo Sum, direbbe JonOne. È impossibile spiegare quale sia l’energia che porta un writer a voler taggare su tutti i muri della propria città e di tutte quelle del mondo. Possiamo solo provare ad immaginare quell’energia che spinge a perfezionare la ricerca dello stile con uno studio quasi monastico, oltre che a sfidare le leggi della cosiddetta società civile, sia un qualcosa che crea dipendenza. Che spinge a farlo. E poi a rifarlo. E poi a rifarlo ancora. A non volersi fermare mai. L’unica forza che può spingere a compiere un gesto così estremo, così rivoluzionario, così gratuito, è l’insopprimibile bisogno di ricordare a tutti, ed in primis a se stessi, che ci siamo. Lì ed in quel momento, ed in tutti i momenti in cui chiunque passerà di là leggerà quel nome.

Vi suggeriamo di non perdervi l’opening in quanto è prevista anche la presenza dell’artista.

JonOne

titolo                              Niente può fermarmi

vernissage                      sabato 17 marzo 2018, 18.30 – 21.30

location                          Palazzo Velli – Piazza di S. Egidio, 10, 00153 Roma

 

a cura di: Giuseppe Pizzuto

testo critico di: Giuseppe Pizzuto

date: 17 marzo – 14 aprile 2018

 

Ingresso sul modello anglosassone del “pay as you want” (contributo volontario) lunedì – martedì – mercoledì.
Ingresso a pagamento (€ 7,00) giovedì – venerdì – sabato

orario di apertura: lunedì- martedì – mercoledì 11-19 / giovedì – venerdì – sabato 11- 21

Per appuntamenti chiamare: +39 3498112973

 

WUNDERKAMMERN

Via Gabrio Serbelloni 124, Roma

sito web: www.wunderkammern.net

email: wunderkammern@wunderkammern.net

 

PALAZZO VELLI EXPO

Piazza di S. Egidio, 10 Roma – Trastevere

sito web: www.palazzovelliexpo.it

email: info@palazzovelli.it

 

Save The Date | “Intersezione” la mostra di Greg Jager allo spazio Ala 34

Presso Ala34, un nuovo spazio nato con l’obiettivo di valorizzare e supportare la creatività romana a 360°, dal 24 febbraio al 24 marzo, Greg Jager, visual artist e graphic designer designer romano, presenta le sue ultime produzioni nell’ambito di “Intersezione”, incontro tra arti visive e i linguaggi del fashion design.

 

Per l’occasione l’artista, formatosi nell’ambito dei graffiti writing e dell’urban art, e che con la sua arte ha lavorato con brand come Redbull, Smart, BNL per citarne alcuni, affianca a delle opere di formato tradizionale un dittico oversize che dialoga in modo naturale con lo spazio espositivo invitando lo spettatore ad interrogarsi sulla relazione tra apparenza e realtà, materico e digitale. Iridescenze che sfumano dal rosso al blu al nero e innesti grafici minimali sono da sempre i tratti più caratterizzanti dei lavori dell’artista, che qui sceglie di porre su superfici organiche come la carta in cotone e il legno, proprio per evidenziare un contrasto tra segno e supporto.

In dialogo con le opere di Greg Jager sono le creazioni del brand romano di streetwear FALLA che presenterà in anteprima la T-shirt “intersezione”: una tiratura limitata di 60 T-shirt numerate e firmate dall’artista per portare a compimento quell’urgenza di intersezione che da il titolo al progetto espositivo, incontro tra creatività e modalità espressive distanti e contemporaneamente vicine.

 

Dal 24 febbraio al 24 marzo

Ala 34, via Affogalasino 34 (Monteverde) Roma

 

Vernissage: Sabato 24 febbraio, dalle 18.00 alle 22.00

DJset: Close Listen& MJ

Antonio Cavalieri Live Shooting x “Intersezione”

Per maggiori info andate su questo link.

 

Breaking Minds: Giuseppe Catanzaro

Torna Breaking Minds, la mia rubrica ospitata da Cotton Mag, che parla solamente di gente giusta, interviste rapide che occuperanno 10 minuti del vostro tempo, ma con cui affronterete la giornata con uno sprint positivo. Il cap V è dedicato a Giuseppe Catanzaro, 28 anni, personaggio istrionico, palermitano e ovviamente figo, ma lascio a lui il racconto.

Buona lettura.

(altro…)

Stadlin, un concept bar d’eccellenza

Era da un po’ che ci sentivamo in dovere di dedicare uno spazio e raccontare dello Stadlin di Roma, situato esattamente in Via Pacinotti, prendendo il posto di alcuni ex depositi del Molino Biondi, praticamente sotto quello che è conosciuto come il Ponte di Ferro. In realtà vi abbiamo accennato qualcosa tempo fa quando iniziammo, proprio allo Stadlin, le nostre serate “2Love” in compagnia degli amici di RDSNT.

(altro…)

Breaking Minds: Panti.

Il “breaker” di cui vi parlo in questo capitolo è una piccola grande donna che ho avuto il piacere di conoscere lo scorso anno, tanto svampita quanto vulcanica e creativa, Daniela Capurso usa le parole per plasmare dei pensieri favolosi. Una copywriter molto talentuosa che un giorno ha deciso di voler fare l’illustratrice e creare la sua protagonista: Panti.

Delicatamente mi sono innamorata di lei e spero possa essere lo stesso per voi.

(altro…)

Breaking Minds: Fabio Persico ed il suo Pocket Project

Cos’ hai mangiato a colazione, pranzo e cena?

Cosa c’è nell’immondizia?

Ami qualcuno?

Sono solo alcune delle domande che vi farebbe l’autore di Pocket Project – Le Tasche del Mondo. Lui è Fabio Persico, ovviamente figo, giovane e III capitolo di Breaking Minds, rubrica a cura di Chiara C Giuliani e dedicata a chi ha deciso di vivere la propria passione h24, perchè non può farne a meno…

(altro…)