Festival Of The Week: Amsterdam Light Festival

Con il Festival of the week di questo lunedì vi porto nella bellissima città di Amsterdam dove questa domenica si concluede lo strepitoso Amsterdam Light Festival che ho il piacere di segnalarvi oggi nelle righe che seguono.

Nato nel 2011, l’Amsterdam Light Festival è un festival di arte e luce che si svolge nella capitale olandese nei mesi invernali e quest’ultimissima edizione è stata inaugurata lo scorso primo dicembre e si conclude domenica 22 gennaio. Chi vive ad Amsterdam sa che questo evento è molto più di un festival, una vera e propria celebrazione di bellissime opere d’arte che illuminano la città per quasi venti giorni regalando meravigliose vedute soprattutto dopo il crepuscolo quando i luoghi più significativi del centro storico si colorano splendidamente dando ai visitatori la possibilità di partecipare ad uno spettacolo straordinario. Un’occasione ghiotta per artisti, architetti e light designers di tutto il mondo che hanno la possibilità di presentare i loro progetti di luce che vengono esposti du due tracciati che sono poi alla base del festival: Illuminade, ovvero una passeggiata lungo il quartiere Plantage attraverso istallazioni interattive ed innovative, e Water Colors, un percorso percorribile attraverso un’imbarcazione fatto sempre di istallazioni e giochi di lucee colori lungo i canali che attraversano la città. Se vi siete persi la prima tappa del festival, Illuminade, chiusa l’8 gennaio avete ancora a disposizione questa settimana per potrere ammirare i lavori della seconda parte del festival, Water Colors, caratterizzata da una profusine di bellissime opere che riflesse nell’acqua creano qualcosa di fantasticamente indescrivibile.

Venti sono le opere, due delle quali portano la firma di architetti e designer italiani (Studio Aether&Hemera e Luigi Console e Valentina Novembre), presentate in questo percorso lungo il fiume Amstel che attraversa la città di Amsterdam, alcune delle quali visibili in questa carrellata di immagini in basso, e tutte molto particolarmente belle, quasi tutte legate alla storia e alla cultura della capitale olandese che specie in questi ultimi decenni è divenuta uan delle città europee con un’alta percentuale di multicuturalismo che la rendono ancora più attraente dal punto di vista sociale, culturale ed artistico. Le cinque opere alle quali vi suggeriamo di dare un’occhiata sono: The Lace (Choi+Shine Architects), 33000 metri di luce realizzati con 18 pannelli lavorati a mano da nove persone che uniti formano il tipico cappello olandese bianco, un omaggio alla connessione tra la città e le persone che la vivono; l’opera 15000 and more, realizzata dal trio olandese Studio Klus, la quale prende spunto dal numero delle biciclette che ogni anno vengono recuperate dall’acqua dei canali di Amsterdam e che in questo festival diventano istallazioni che illuminano gli specchi d’acqua. La terza istallazione è Bridge of the Rainbow del designer francese Gilbert Moity, scelta per la bellissima cascata di colori che forma un arcobaleno, proprio come suggerisce il titolo dell’opera, nell’oscuritò della notte che riflette sul fiume.

Godetevi le immagini.

Photo credits by Amsterdam Light Festival

Ana Morphè – Isabel Nielen
Flower Strip – Aether&Hemera
15000 and more – Studio Klus
Welcome to my home(town) – Lighting Design Academy
The Lace – Choi + Shine Architects
Bridge of the Rainbow – Gilbert Moity

 

Blueprint – Rever Pos

 

Share:
Eva Di Tullio

Eva Di Tullio

Lascia un commento