Festival Of The Week: Noir in Festival

Questo Festival Of The Week di cui vi parliamo oggi è per tutti gli amanti dell’arte noir, per quelli che come noi guardano i film di Alfred Hitchcock in silenzio religioso e anche per quelli leggono i romanzi di Jean-Claude Izzo consumando sigarette e whiskey come se non ci fosse un domani. E anche un po’ per mia madre che da quando è in pensione ogni sera si ritira in soggiorno a gurdare le sue serie televisive preferite annotando sul suo taccuino nomi e cognomi di tutti i partecianti alla scena del delitto. Ebbene sì, miei cari lettori, oggi vi parlo della ventiseiesima edizione del Noir in Festival che si svolgerà nelle città di Como e Milano dall’8 al 14 Dicembre 2016 con un programma bello gonfio di appuntamenti.

Diamo qualche numero: otto film in concorso, cinque eventi fuori concorso, due cortometraggi d’autore, tre programmi restrospettivi, quindici scrittori e quattro serie televisive distribuiti in cinque location tra Como e Milano, ovvero il Teatro Sociale di Como, la Sala Bianca (Como), Iulm (Milano), l’Anteo Spazio Cinema (Milano) e lo Spazio Oberdan (Milano) per questa nuova edizione del festival noir italiano più atteso dell’anno.

“Potete ingannare chiunque, ma è quasi impossibile riuscire a ingannare un gatto: sentono d’istinto quando qualcuno non li ama.” Questa citazione tratta da Cat People (Il bacio della pantera) del grande regista e attore horror Jacques Tourneur è il simbolo del Noir In festival del 2016, un omaggio che gli organizzatori hanno voluto stendere a Cat Peolple dell’immenso e indimenticabile David Bowie, due interpretazioni formidabili della natura umana che in questa rassegna si vuole esaltare attraverso un dialogo diretto con tutti i partecipanti, protagonisti e pubblico, i quali avranno molto da vedere e sentire raccontare in questi giorni del festival in cui vedrete anche Roberto Saviano, Dario Argento, Gabriele Salvatores e Carlo Lucarelli, giusto per citare qualche nome. E noi vi diamo un aperitivo di quello che potrete trovare direttamente sul programma con qualche titolo. Cominciamo dai film in concorso dove abbiamo selezionato Il permesso. 48 ore fuori di Giancarlo De Cataldo Claudio Amendola e Roberto Jannone che racconta la storia di quattro detenuti durante le loro quarantotto ore di permesso; il secondo titolo è The Oath del regista islandese Ólafur Egilsson e Baltasar Kormákur, un film il cui protagonista, Finnur, è alle prese con un importante problema di famiglia da risolvere; il terzo film scelto per voi è La larga noche de Francisco Sanctis (Argentina) di Andrea Testa e Francisco Márquez incentrato sulla vita di un impiegato che deve decidere se salvare o meno la vita di due persone che non conosce mettendo a rischio la propria. Tra i fuori concorso segnaliamo Miss Peregrine’s Home for peculiar Children (Miss Peregrine La casa dei ragazzi speciali) del fantastico Tim Burton, il quale ha costruito questo film prendendo spunti dal libro di Ransom Riggs che racconta delle avventure di Jake e gli abitanti di una casa magica e misteriosa. Infine, vi consigliamo di dare un’occhiata anche alla sezione tv noir e quella dei libri proposti festival perché di cose interessanti ne troverete a non finire.

l permesso, foto di Roberto Calabro
l permesso, foto di Roberto Calabro
Miss Peregrine La casa dei ragazzi speciali
Miss Peregrine
La casa dei ragazzi speciali

noir

La larga noche de Francisco Sanctis
La larga noche de Francisco Sanctis
Carlo Lucarelli
Carlo Lucarelli
giancarlo-de-cataldo
Giancarlo De Cataldo

 

Teatro Sociale; a Milano lo IULM 6, lo S

cklsajkcjaskpazio Anteo e lo Spazio Oberdan della Cineteca ItalianaTeatro Sociale; a Milano lo IULM 6, lo Spazio Anteo e lo

Spazio Oberdan della Cineteca Italiana

Share:
Eva Di Tullio

Eva Di Tullio

Lascia un commento