Festival Of The Week: Outdoor 2016

Il 1 ottobre 2016 è partita la nuova edizione di Outdoor Festival, un evento dedicato all’arte e alla creatività urbana che i romani conoscono ormai dal 2009 e noi lo stavamo aspettando con l’acquolina in bocca da mesi, in trepidante attesa di sapere i nomi dei protagonisti di quest’anno e tutte le belle iniziative che gli organizzatori hanno infiocchettato per bene per tutti coloro che parteciperanno. Il titolo di questa edizione 2016 è Beyond, che in italiano vuol dire oltre, e come lo scorso anno il festival si svolge presso i locali dell’Ex Caserma di via Guido Reni che per l’occasione verrà nuovamente trasformata in una fucina di arte, musica, conferenze e cinema visitabile fino al 31 ottobre 2016. Trovate tutto il programma e tutte le altre informazioni utili sul sito e sulla pagina fb del festival.

In più abbiamo fatto anche due domande ad uno degli ideatori e fautori del progetto: Francesco Dobrovich.

  1. Cosa c’è di nuovo in questa ultima edizione del festival?

Sicuramente il fatto che sono state incrementate le partecipazioni artistiche e soprattutto gli ambiti di provenienza internazionale sia dei musicisti, che animeranno il sabato sera dei cinque week end di ottobre in cui si svolge il festival, che degli artisti, protagonisti con opere e installazioni immersive, della mostra Beyond. Questa edizione è stata organizzata grazie al contributo di molte Ambasciate e Istituti di cultura stranieri come: la Francia in scena, la stagione artistica dell’Institute Francais Italia sostenuta da Nuovi Mecenati, Ambasciata di Norvegia, Ambasciata di Spagna e il Forum Austriaco di Cultura. Sono state attivate, inoltre, le collaborazioni con: il Nuart festival di Stavanger, lo Street Art Museum di San Pietroburgo, il Festival Asalto di Saragozza. Queste partnership si aggiungono a quelle già consolidate con realtà culturali italiane come il MAXXI, la Wunderkammer Gallery, il Farm Cultural Parak di Favara, l’Istituto Europeo di Design. Outdoor, dunque, quest’anno diventa davvero un grande festival internazionale d’arte e cultura metropolitana, un festival dei festival.

2. Cosa significa organizzare un festival che parla di street art oggi?

Il nostro festival non si connota più da qualche anno come festival specificatamente di street art. OUTDOOR dal 2014, con il tema moving forward, ha segnato un passo decisivo: un’apertura verso pratiche e ricerche artistiche spesso anche lontane dalla street art stessa. L’offerta che intendiamo proporre al pubblico infatti è di arte e cultura contemporanea ad ampio raggio. Un lavoro che conserva comunque con forza un approccio informale e che si rivolge ad un pubblico ampio ed eterogeneo.

Joys
Joys

15 artisti provenienti da tutto il mondo, più di 30 musicisti, 4 conferenze sull’illustrazione e il fumetto, la creatività e l’universo digital e poi proiezioni tutte le domeniche di pellicole legate all’universo della urban culture, sono questi i numeri della settima edizione di Outdoor che ha aperto con una mostra strepitosa ancora in corso, Beyond, visitabile tutti i weekend del mese, nella quale prendono parte AFK (Norvegia – NUart Festival), Craig Costello (USA), Filthy Luker (Gran Bretagna), Honet (Francia), Alex Fakso (Italia), Joys (Italia), Felipe Pantone (Spagna), Tellas (Italia – curata da Wunderkammern), Mobstr (Gran Bretagna), Vlady (Italia – FARM CULTURAL PARK), Virgilio Villoresi (Italia), Tundra e Kuril Chto (Russia – Street Art Museum /Музей Уличного Искусства), Sebas Velasco e Xavier Annunzibai (Spagna – ASALTO. Festival Internacional de Arte Urbano) e Quiet ensemble e IED Roma (a cura di IED Roma). Gli artisti che partecipano a questa mostra si confrontano con il concept del festival, interagendo con gli edifici della caserma per poi oltrepassarne i confini e mentre alcuni di questi si mettono alla prova con supporti diversi da quelli con i quali sono soliti operare altri artisti invece continueranno la loro sperimentazione proprio sul muro che da supporto si eleva a protagonista della loro ricerca. Tanti gli artisti italiani coinvolti in questo festival, alcuni dei quali avevano partecipato alle scorse edizioni, e uno tra questi è Tellas, il quale sarà protagonista anche di una mostra, Clima Estremo, presso gli spazi della Wunderkammern che verrà inaugurata il 15 ottobre, un evento nel quale l’artista sardo, uno dei migliori talenti italiani in assoluto, molto apprezzato anche all’estero, presenterà i suoi nuovi lavori che vi invitiamo a vedere dal vivo.

outddor4

outdoor1

outdoor2

outdoor3

outdoor5

outdoor6

outdoor7

outdoor9

outdoor10

OutDoor Festival: sito | facebook

 

Share:
Eva Di Tullio

Eva Di Tullio

Lascia un commento