Wall Of The Week: R.U.S.C.o.

Sono trascorsi un po’ di giorni dall’eclatante gesto di Blu di cui tutti hanno parlato ed è una normale conseguenza considerata la caratura artistica del soggetto in questione e la valenza dell’azione nell’ambito artistico ed in particolare nel mondo della street art, soprattutto quella bolognese dove l’artista è di casa.


Molte sono state le parole scritte sulle riviste di settore, sui social network c’è stata la rincorsa al pensiero a favore e contro l’azione di Blu ma si è assistito anche alla condanna alla gogna per gli organizzatori della mostra Street art. Banksy e co, l’arte allo stato urbano che tra l’altro verrà inaugurata oggi e che ha fatto scattare tutto questo trambusto.
Tuttavia, in questo nostro Wall of the Week vogliamo segnalarvi la contro-mossa, o meglio quella che a noi è sembrata essere un’iniziativa in risposta a quella ormai blasonata, nella quale partecipa una folta schiera di street artisti che hanno risposto con entusiasmo alla “chiamata” di Serendippo, un’associazione culturale che promuove la diffusione culturale e artistica a Bologna, madre di questa iniziativa, R.U.S.Co [Recupero Urbano Spazi Comuni] 2016, in una fabbrica dismessa di via Stalingrado ovvero l’ex Zincaturificio. 5074, about ponny, ache77, animelle, carlos atoche, casciu, bdn, bibbito pupo, collectivo fx, dada, dirlo, dissenso cognitivo, distruggi la loggia, ente, exit enter, fuori luogo, hazki, hpc crew, huang, incursioni decorative, hopnn, james boy, leo borri, luogo comune, marcio, nada, nemo’s, pepe coi bermuda, progeas family, psikopatik, pupa, reve+. ricky boy, sharko, snem, standard, stelle confuse, tadlock, valda e zolta sono i nomi degli artisti coinvolti in questa iniziativa e da una ventina di giorni circa stanno dipingendo le pareti dello stabile che per l’occasione si è trasformato in un museo della street art a cielo aperto.
C’era da spettarsi sia la reazione di Blu che la controffensiva degli artisti in sostegno dell’arte sui muri, d’altronde la street art nasce principalmente come rivolta ad un sistema di inquadramento che è soprattutto quello legato al mondo dei circuiti dei musei. La street art è prima di tutto un fenomeno culturale che nasce per strada, in quei posti come l’ex Zincaturificio nei quali si esprime meglio la caducità del tempo e delle nostre azioni che solo l’arte riesce ad esprimere con il suo messaggio veloce e spontaneo. Ecco perché oggi abbiamo scelto di mostrarvi le foto di questa iniziativa.

Testo di Eva Di Tullio

Foto di Serendippo e Maria Paola Landini.

Per approfondire su R.U.S.C.o. andate qui.

 

rusco_2

rusco_5

rusco_6
Andrea Casciu per R.us.c.o. | Bologna

rusco_7

rusco_8

rusco_9

rusco_10
Hopnn per R.u.s.c.o. | Bologna
Hopnn per R.u.s.c.o. Bologna.
Hopnn per R.u.s.c.o. Bologna.
Share:
Eva Di Tullio

Eva Di Tullio

Lascia un commento